ATTENZIONE:RUBATA GIOVEDI 21/6/18 ALLE ORE 21:15 A FELETTO (TO) ALFA ROMEO ALFETTA PRIMA SERIE DEL 1973 TARGATA CB 220476 BLU OLANDESE TELAIO AR 202055 MOTORE AR 160815632
[ img ]

Gli utenti che non si presentano e a zero messaggi saranno cancellati entro 7 giorni dalla iscrizione

Revisione/ricostruzione di un 530

Avatar utente
Andrea78
Messaggi: 2312
Iscritto il: 15 mar 2013 19:03:08
Località: Udine

Revisione/ricostruzione di un 530

Messaggioda Andrea78 » 24 mar 2020 22:03:42

Apriamo il secondo capitolo: la rinascita.

La morte, per chi volesse, è raccontata in dettaglio qua:
viewtopic.php?f=117&t=2425

Il dado è quindi tratto, sostituire il valoroso 1300 della piccola Super, da qui in avanti "530" (dal codice di fabbrica) e, come d'uso ormai, Minibisica rispettivamente, con un 530 usato potrebbe, nel lungo periodo, non essere la soluzione più corretta.
Procederemo quindi con una ricostruzione/revisione che, almeno in teoria, sarà completa.
Si tratterebbe quindi di rifare completamente basamento e testata.
Vedremo, preventivi finali alla mano, fino dove le finanze ed il buonsenso permetteranno di arrivare.

Per contenere il costo finale e per puro diletto cercherò di eseguire più lavori possibile in proprio e lasciare agli specialisti solo le attività che effettivamente richiedono i loro macchinari ed esperienza specifica.

Avatar utente
Andrea78
Messaggi: 2312
Iscritto il: 15 mar 2013 19:03:08
Località: Udine

Re: Revisione/ricostruzione di un 530

Messaggioda Andrea78 » 24 mar 2020 22:53:35

Smontare un motore è cosa facile, una buona cassetta di attrezzi, un trespolo supporto motore ed una sufficiente (e non necessariamente abbondante) scorta di bestemmie e il gioco è fatto: hai pavimento del garage ricoperto di pezzi che una volta componevano un motore...o da Alfista direi... "Il Motore".

Ricostruirlo è altra faccenda che parte dall'aver raccolto, collezionato e catalogato tutti i componenti via via smontati in sacchettini e vasetti.

Basilare poi avere:
1: i manuali di officina, facilmente reperibili online qua: http://www.alfa105.org/
2: il contatto telefonico di Giovannona Chiavelunga
ed a corollario un interessante libro su come spremere dai gloriosi bialbero qualche cavallo in più: https://books.google.it/books/about/Alf ... edir_esc=y

Il libro prende come riferimento e base di partenza dell'elaborazione il 2 litri e di volta in volta dà i riferimenti specifici ai fratellini 1750, 1600 e 1300. A parte la lingua inglese richiede un livello di conoscenza meccanica non basilare quindi è rivolto ad un pubblico appassionato/sgamato... non è certo un libro da consumare davanti al caminetto sorseggiando un vino d'annata. :lol: :lol:

Non sarà mia intenzione elaborare il piccolo 530, ma molte indicazioni per l'elaborazione di un motore sono utili e pari pari trasferibili per il rifacimento di un motore "originale" per garantirne rotondità di funzionamento, brillantezza ed affidabilità nel lungo periodo.
Chiamiamoli affinamenti che in una produzione industriale di serie non possono essere presi in considerazione per ovvi motivi di costo e che invece possono essere piacevolmente oggetto di svariate ore di lavoro zen in garage/officina in proprio...o richieste allo specialista di turno che alla fine presenterà il suo dovuto onorario.

Avatar utente
Andrea78
Messaggi: 2312
Iscritto il: 15 mar 2013 19:03:08
Località: Udine

Re: Revisione/ricostruzione di un 530

Messaggioda Andrea78 » 24 mar 2020 23:10:50

Albero motore.

Verrà riutilizzato quello del secondo motore che ripulito dalla morchia e dall''ossidazione si presenta in buone/ottime condizioni. Se sarò fortunato richiederà solo:
1- lucidatura perni di banco e di biella
2- stappatura condotti di lubrificazione e pulizia totale
3- come consiglia Giovannona sostituzione dei tappi di alluminio inseriti a pressione nei condotti con grani filettati. Ciò ci assicurerà contro incidentali "stappature" e relativi successivi disastri che ci riporterebbero alla casella iniziale.

Io mi limiterò a portarlo in rettifica, ma la pulizia da ruggine, morchie e bave/imperfezioni della fuzione e forgia fanno parte di quei lavoretti ZEN di cui sopra.

Foto esemplificativa ad inizio lavori:
IMG_20200304_214501.jpg


e dopo un bel pò di lima, carta vetrata, pagliette e spughette di varia gradazione:

IMG_20200304_234236.jpg


mi raccomando evitare come la peste di andare a toccare anche inavvertitamente le superfici lavorate di precisione.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Andrea78
Messaggi: 2312
Iscritto il: 15 mar 2013 19:03:08
Località: Udine

Re: Revisione/ricostruzione di un 530

Messaggioda Andrea78 » 25 mar 2020 00:14:50

Bielle.

La produzione in serie può permettersi, in funzione del costo finale dell'oggetto, solo un certo livello di precisione/finitura/accuratezza.
Le risultanti "difformità" dei singoli componenti devono comunque ricadere in un certo range di tolleranza che poi ne permetta il corretto funzionamento una volta inseriti nell'assieme che andranno a comporre.
Eventualmente poi sono implementati altri accorgimenti a coprire i problemi che queste tolleranze nel loro piccolo creano.

...in parole povere e praticamente... il grezzo di fusione della biella viene forgiato e poi lavorato in macchina a creare le superfici che accoglieranno bronzine di testa e di piede.
Le differenze in peso tra una biella e l'altra sono accettabili, per la casa, fino a 2 grammi.
Una volta poi accoppiate a bronzine, perno, e pistoni (ognuno con le sue tolleranze) i 4 assiemi pistone-biella grossomodo peseranno lo stesso con una tolleranza, prescritta dalla Casa, entro i 5 grammi.
Alla fine ci pensano i contrappesi dell'albero motore e l'equilibratura finale a sistemare le cose.

Ma avendo tempo e voglia perchè non alleggerire, equalizzare i pesi totali e bilanciare le bielle una ad una per avere 4 bielle praticamente identiche?
Qualche grammo in meno da muovere a migliaia di giri al minuto e masse identiche chiedono contrappesi minori per equilibrare il tutto innescando un "circolo virtuoso" che porta ad un motore che gira meglio, è più rapido a cambiare regimi ed nel lungo periodo si usura di meno.

Come un besugo non ho pesato tutte e 4 le bielle prima di iniziare il lavoro, ma quella che ho misurato pesava 512,7g
IMG_20200308_214118.jpg


potete comprare questa bilancina made in china a pochi euro su amazon:

più che il peso esatto a noi interessa una certa precisione nella ripetibilità delle misura. Vale la pena misurare infatti svariate volte la stessa cosa per essere assolutamente sicuri di ciò che si sta facendo e poi calcolare medie dei valori.
A valle di tutti i miei lavoretti devo dire che l'aggeggio ha ben figurato e ben ripagato "l'investimento".
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di Andrea78 il 25 mar 2020 21:15:44, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Andrea78
Messaggi: 2312
Iscritto il: 15 mar 2013 19:03:08
Località: Udine

Re: Revisione/ricostruzione di un 530

Messaggioda Andrea78 » 25 mar 2020 00:16:41

Bielle, primo step.

L'alleggerimento si esegue rimuovendo le costole di chiusura della forgia. Questa operazione asporta materiale non strettamente utile alla resistenza complessiva della biella e sopratutto eliminiamo la rugosità superficiale e gli "spigoli vivi" che in meccanica equivalgono a punti di concentrazione degli sforzi e quindi punti di accumulo di fatica. Possibilmente possono quindi indurre una rottura a fatica della biella.

Qua tre passaggi, dall'alto, biella originale, costole in rimozione, finitura.
IMG_20200301_185559.jpg


lavoro fattibile con lima ma diventate scemi... si sgrossa con disco abrasivo su smerigliatrice da banco e si rifinisce con frese e dischetti di carta vetrata su trapano (vanno da dio gli strumenti pneumatici)/dremel.
Pesate di tanto in tanto per vedere che sta succedendo.

Fate una serie di pesate anche per i cappelli di biella e incredibilemte vedrete che ci sono sensibili differenze tra uno e l'altro.. io tra quello più pesante e quello più leggero ballavano 5 grammi... :shock:
Una buona limata alla costola anche dei cappelli sistema le cose.

Dopo svariate ore di lavoro avrete 4 bielle che pesano nei dintorni dei 504-505 grammi l'una. Avete quindi buttato una parte della vostra preziosa vita per ridurre il peso di meno del 2%. Siatene fieri. :lol: :lol:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Andrea78
Messaggi: 2312
Iscritto il: 15 mar 2013 19:03:08
Località: Udine

Re: Revisione/ricostruzione di un 530

Messaggioda Andrea78 » 25 mar 2020 00:45:42

Bielle, secondo step.

Pensate di essere arrivati? No, assolutamente no. Ci sono ancora un po' di ore da consumare.

Il peso di una biella non è tutto. Conta anche DOVE è distribuito.
Piede e testa di biella devono avere il peso più simile possibile le une tra le altre. Ci serve quindi un marchingegno che ci permetta di pesare la due parti della biella "separatamente".

Qua quello che mi sono costruito io con gli avanzai dell'officina di dove lavoro e 3 cuscinetti SKF nuovi e massacrati apositamente rimuovendo i parapolvere ed eliminando il grasso in esso contenuto per garantire la massima scorrevolezza.
I cuscinetti permettono all'asta libera una rotazione libera così come il cuscinetto sul supporto della bilancia permette il moviemento della biella a cercare i due punti di equilibrio.
Note:
1- l'asse della biella deve essere orizzontale, quindi le viti che fanno da supporto ai cuscinetti superiori devono permettere una regolazione in altezza. Quello lato asta mobile deve permettere una regolazione continua. Il profilato di alluminio è perfetto per questo scopo.
2- fissate in maniera ferma sia asta con leva mobile (vite passante da sotto il piano in legno) sia la bilancia. eventuali movimenti relativi falsano irrimediabilmente la lettura del peso.

IMG-20200311-WA0030.jpg


Poi si pesa la biella. Lato piede:
IMG-20200311-WA0031.jpg


Lato cappello, dopo aver regolato le altezze:
...niente foto... mi sono accorto che non l'ho fatta... aggiungerò in seguito appena la rifaccio...

qua vanno fatte numerose pesate per ogni "lato", il sistema è intrinsecamente abbastanza suscettibile... una volta capito il metodo si ottengono misure "consistenti". In linea di massima ho tenuto buone 6 pesate, e ho calcolato la media dei valori dopo aver scartato pesata maggiore e pesata minore...

Tanto per capirci è un lavoretto da invasati... serve tenere traccia con foglio di calcolo (questo con i valori finali):

tabella.PNG
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di Andrea78 il 25 mar 2020 21:19:41, modificato 2 volte in totale.

Avatar utente
Andrea78
Messaggi: 2312
Iscritto il: 15 mar 2013 19:03:08
Località: Udine

Re: Revisione/ricostruzione di un 530

Messaggioda Andrea78 » 25 mar 2020 00:47:05

Man mano che si pesa, si asporta ulteriore materiale per allineare le masse alla biella che presenta il piede ed il cappello dal peso inferiore. Tipicamente si continua ad asportare materiale nelle zone non utili alla resistenza meccanica... tipo:
Prima:
IMG_20200313_115220.jpg

e dopo:
IMG_20200313_120756.jpg


qua conviene lavorare di lima visto che ormai dovreste lavorare sui decimi di grammo ed in aree dove è meglio avere controllo più che potenza bruta.

Qua è evidente come la produzione in serie non permette di andare troppo per il sottile... notare la forma del cappello di biella che non combacia per niente con la biella se non nella zona, naturalmente, lavorata in fabbrica.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Andrea78
Messaggi: 2312
Iscritto il: 15 mar 2013 19:03:08
Località: Udine

Re: Revisione/ricostruzione di un 530

Messaggioda Andrea78 » 25 mar 2020 01:00:58

Dopo moooooolte ore di lavoro otterrete 4 belle bielle che pesano tutte e 4 503/503,1 grammi e con, ugualmente, piedi e teste di bielle allineate entro i 3 decimi di grammo.
Stappate una magnum di prosecco (chè i francesi mi stanno sulle palle con il loro champagne) e godetevi le vostre opere d'arte:

IMG_20200313_170139.jpg


IMG_20200313_170221.jpg


Risultato finale:
- in percentuale poco incoraggiante: -1,9% di peso
- in assoluto abbiamo comunque tolto 39 grammi di masse in moto alternato/rotatorio

Prossimo passo sarà allineare pesi anche dei pistoni e di conseguenza gli assiemi pistone-biella.
Poi la rettifica penserà a ri-equilibrare tutto con l'albero motore.

Imbustate tutto e per ora passate ad altro.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
giacomo
Messaggi: 1083
Iscritto il: 06 giu 2016 14:10:41
Località: Napoli

Re: Revisione/ricostruzione di un 530

Messaggioda giacomo » 25 mar 2020 07:55:29

Sembra una sala operatoria ma non lo è. Mi domando se un meccanico pur scrupoloso fa tutto ciò quando gli chiedi di rifare un motore. Qua siamo al massimo della competenza.
Gran lavoro che fa il paio con il precedente ripristino dei pur buoni/ottimi fondi esistenti.
Veramente complimenti, è la premessa per un lavoro esaltante ed al cui termine il robusto 530 sarà valorizzato al massimo.

Avatar utente
Andrea78
Messaggi: 2312
Iscritto il: 15 mar 2013 19:03:08
Località: Udine

Re: Revisione/ricostruzione di un 530

Messaggioda Andrea78 » 25 mar 2020 09:07:59

giacomo ha scritto:Mi domando se un meccanico pur scrupoloso fa tutto ciò quando gli chiedi di rifare un motore. Qua siamo al massimo della competenza.


No, assolutamente. Il lavoro delle bielle ad occhio mi ha preso almeno un 6-8 ore complessive... in quel tempo un meccanico rapisce almeno 5-600€ a 2 clienti medi per un cambio olio e 2 lampadine.

Il lavoro eseguito poi fa parte di un lavoro più grande di alleggerimento e bilanciamento degli organi in movimento che solitamente viene fatto come base di partenza per le preparazioni più o meno spinte... fatto in rettifica credo aggiunga almeno un altra decina di carte da 100€ al conto finale.

Avatar utente
rossogamba
Messaggi: 5986
Iscritto il: 13 mar 2013 16:32:25
Località: TREVISO
Contatta:

Re: Revisione/ricostruzione di un 530

Messaggioda rossogamba » 25 mar 2020 09:46:56

Complimenti davvero Andrea, bel lavoro e ben descritto.
Ovvio che a leggere sembra tutto facile, ma ci vuole prima di tutto grande competenza: bravissimo!

P.S. Il libro di Kartalamakis ce l'ho pure io, ed anni fa l'ho pure incontrato; il tipo è veramente fuori di testa, ma è simpaticissimo :lol:

Avatar utente
Andrea78
Messaggi: 2312
Iscritto il: 15 mar 2013 19:03:08
Località: Udine

Re: Revisione/ricostruzione di un 530

Messaggioda Andrea78 » 25 mar 2020 16:04:04

Revisione pompa olio.

Come immaginavo nel capitolo primo la pompa olio del motore del Titanic
viewtopic.php?f=117&t=2425&start=80
è la migliore scelta per la ricostruzione del 530. Nè gli ingranaggi in acciaio nè il corpo pompa presentano segni di usura.
La pompa "Titanic" però a differenza del "Minibiscia" presenta una superficie esterna della pompa veramente grezza e con evidenti segni della fusione che rendono praticamente impossibile ripulirla completamente dalla sporcizia che ha accumulato nel tempo:
IMG_20200314_140332.jpg


La pompa va smontata nei suoi componenti principali e quindi ripulita.
Non presentando giochi anomali nella rotazione, ed assialmente, l'albero principale con relativi ingranaggi non richiede smontaggio (servirebbe poi pressa per spiantare le ruote dentate).

IMG_20200314_142750.jpg

IMG_20200314_140529.jpg

notare la densa morchia accumulata sulla retina:
IMG_20200314_140609.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Andrea78
Messaggi: 2312
Iscritto il: 15 mar 2013 19:03:08
Località: Udine

Re: Revisione/ricostruzione di un 530

Messaggioda Andrea78 » 25 mar 2020 16:16:27

Il corpo pompa viene ripassato con fresetta su tutto il corpo per eliminare sporco, ossidazione e bave di fusione:
IMG_20200314_163049.jpg


Tutte le canalizzazioni sono pulite con solventi, spazzole e abbondante aria compressa.
I componenti della valvolina di sovrappressione sono smontati e accuratamente puliti. Il tappino della valvola era arrugginito e viene sostituito con tappino "minibisica" in perfette condizioni.
I punti i ingresso ed uscita olio vanno ragionevolmente smussati e raccordati per "guidare" al meglio il flusso dell'olio.
Corpo pompa poi "lucidato" con spazzoline e pagliette per avere un ottima finitura superficiale che impedisca ristagno di olio e morchie.

Pronta quindi per il ri-assemblaggio:

IMG_20200314_193620.jpg


Assemblata:
IMG_20200314_194021.jpg


al riassemblaggio bisogna stare attenti a reintrodurre l'ingranaggio condotto nello stesso verso di come era stato estratto per garantire che le superfici di contatto tra i denti siano quelle iniziali, pena, teoricamente, un usura accentuata con dentatura "nuova" in contatto con dentatura "vecchia".
Al rimontaggio serrare le 4 vitine della cassa poco alla volta giocando con il suo posizionamento cercando di trovare la posizione che offre meno resistenza alla rotazione della pompa.

E pronta per l'immagazzinamento e futuro uso:
IMG_20200314_193815.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
giuliasuper69
Messaggi: 8670
Iscritto il: 13 mar 2013 16:07:33
Località: Palermo

Re: Revisione/ricostruzione di un 530

Messaggioda giuliasuper69 » 25 mar 2020 19:22:29

Questo secondo capitolo,quello della rinascita,è ovviamente assai più godurioso da leggere.Non mi sento di far torto al buon Moramax se,nell'appelarti come Furio,ti faccio i complimeti per l'accurata descrizione e per la dedizione e i costanti grandi contributi che dai a questo forum. :wink:

Avatar utente
Andrea78
Messaggi: 2312
Iscritto il: 15 mar 2013 19:03:08
Località: Udine

Re: Revisione/ricostruzione di un 530

Messaggioda Andrea78 » 26 mar 2020 10:58:48

Hhahah... grazie. Si, effettivamente quando sono in lavoro mi sento "normale"... poi quando scrivo e rileggo cosa ho fatto un leggero sospetto di "furiezza" mi si insinua... :lol: :lol:

lucaar227
Messaggi: 371
Iscritto il: 20 mar 2013 20:34:45

Re: Revisione/ricostruzione di un 530

Messaggioda lucaar227 » 26 mar 2020 20:49:19

Anni fa quando alla giulietta 1300 del 1980 di mio padre avevamo cambiato i pistoni a seguito di una grippata al primo cilindro, avevamo messo dei pistoni stampati che pesavano 100 grammi in meno rispetto agli originali alfa romeo che non si trovavano più. Pesavano 450 gr anzichè 550 gr e dopo il motore a parer mio prendeva un po meglio i giri (era a gpl) anche se non lo potevi scannare più di tanto.
Bisogna anche dire che quel motore aveva l'albero motore con otto contrappesi.
Per cui se li dovessi cambiare alla tua un beneficio lo avresti.
Complimenti per il lavoro che stai facendo ed illustrato molto bene.

Avatar utente
Moramax
Messaggi: 690
Iscritto il: 16 mar 2013 00:30:32
Località: Bari

Re: Revisione/ricostruzione di un 530

Messaggioda Moramax » 27 mar 2020 02:40:44

Andrea78 ha scritto:Hhahah... grazie. Si, effettivamente quando sono in lavoro mi sento "normale"... poi quando scrivo e rileggo cosa ho fatto un leggero sospetto di "furiezza" mi si insinua... :lol: :lol:


Presente! :lol:
Furii si nasce ...E' una sorta di filosofia di vita che purtroppo ti segue ovunque ..., ora sto studiando varie metodologie e procedure per evitare di "incoronarmi" ...sono sempre alla continua ricerca di errori che portano ad eventuali punti di contagio ....ovviamente tutti mi danno del paranoico/furio , ma dopo qualche giorno qualche medico in tv dice di fare esattamente come avevo brevettato io .... :lol: ...
Oggi mi sono fatto portare la spesa a casa , poi è iniziata la procedura di igenizzazione brevettata dal Furio/Moramax

Avatar utente
giacomo
Messaggi: 1083
Iscritto il: 06 giu 2016 14:10:41
Località: Napoli

Re: Revisione/ricostruzione di un 530

Messaggioda giacomo » 27 mar 2020 08:42:22

Rido, la procedura di igienizzazione brevettata dal Furio/Moramax. Cerco di immaginare la scena, con precetto al garzone di stare a 3 metri di distanza sul pianerottolo di casa e e di lasciare le buste per terra, trasporto con guanti monouso della spesa all'interno dell'abitazione e l'immediata sanificazione di tutte le buste.
Quanto al resto ottimo lavoro dell' Ing. Marinelli, quasi quasi viene voglia di farli a prescindere certi lavori. Nella certezza che apportano sempre benefici alle nostre Amate.



quote="Moramax"]
Andrea78 ha scritto:Hhahah... grazie. Si, effettivamente quando sono in lavoro mi sento "normale"... poi quando scrivo e rileggo cosa ho fatto un leggero sospetto di "furiezza" mi si insinua... :lol: :lol:


Presente! :lol:
Furii si nasce ...E' una sorta di filosofia di vita che purtroppo ti segue ovunque ..., ora sto studiando varie metodologie e procedure per evitare di "incoronarmi" ...sono sempre alla continua ricerca di errori che portano ad eventuali punti di contagio ....ovviamente tutti mi danno del paranoico/furio , ma dopo qualche giorno qualche medico in tv dice di fare esattamente come avevo brevettato io .... :lol: ...
Oggi mi sono fatto portare la spesa a casa , poi è iniziata la procedura di igenizzazione brevettata dal Furio/Moramax[/quote]

Avatar utente
rossogamba
Messaggi: 5986
Iscritto il: 13 mar 2013 16:32:25
Località: TREVISO
Contatta:

Re: Revisione/ricostruzione di un 530

Messaggioda rossogamba » 27 mar 2020 09:44:21

...a proposito...i guanti monouso dove li hai presi?.....da Luciano o da Gino?... :lol: :lol: :lol:

Avatar utente
Sacha
Messaggi: 2143
Iscritto il: 18 mar 2013 23:23:02
Località: Whiteley, Hampshire, England
Contatta:

Re: Revisione/ricostruzione di un 530

Messaggioda Sacha » 27 mar 2020 13:27:07

come li hai messi? Previo altro paio di guanti o....?


Torna a “Motore e Trasmissione”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti

cron