22 Aprile 2015 - Ingraniamo la quarta.. Buon viaggio a tutti gli utenti!

6/7 Giugno 2015 - Incontro ad Asiago

11/12 Giugno 2016- Incontro a Grosseto

Gli utenti che non si presentano e a zero messaggi saranno cancellati entro 7 giorni dalla iscrizione

Chiti,Zeccoli,Scaglione e la 33 Stradale.AutoCapital 6/93

Avatar utente
giuliasuper69
Messaggi: 7080
Iscritto il: 13 mar 2013 16:07:33
Località: Palermo

Chiti,Zeccoli,Scaglione e la 33 Stradale.AutoCapital 6/93

Messaggioda giuliasuper69 » 18 nov 2013 18:20:31


Avatar utente
giuliasuper69
Messaggi: 7080
Iscritto il: 13 mar 2013 16:07:33
Località: Palermo

Messaggioda giuliasuper69 » 18 nov 2013 18:21:48


Avatar utente
giuliasuper69
Messaggi: 7080
Iscritto il: 13 mar 2013 16:07:33
Località: Palermo

Messaggioda giuliasuper69 » 18 nov 2013 18:23:00


Avatar utente
giuliasuper69
Messaggi: 7080
Iscritto il: 13 mar 2013 16:07:33
Località: Palermo

Messaggioda giuliasuper69 » 18 nov 2013 18:24:27


Avatar utente
giuliasuper69
Messaggi: 7080
Iscritto il: 13 mar 2013 16:07:33
Località: Palermo

Messaggioda giuliasuper69 » 18 nov 2013 18:25:45


Avatar utente
giuliasuper69
Messaggi: 7080
Iscritto il: 13 mar 2013 16:07:33
Località: Palermo

Messaggioda giuliasuper69 » 18 nov 2013 18:26:54


Avatar utente
giuliasuper69
Messaggi: 7080
Iscritto il: 13 mar 2013 16:07:33
Località: Palermo

Messaggioda giuliasuper69 » 18 nov 2013 18:28:07


Avatar utente
giuliasuper69
Messaggi: 7080
Iscritto il: 13 mar 2013 16:07:33
Località: Palermo

Messaggioda giuliasuper69 » 18 nov 2013 18:29:31


Avatar utente
giuliasuper69
Messaggi: 7080
Iscritto il: 13 mar 2013 16:07:33
Località: Palermo

Messaggioda giuliasuper69 » 18 nov 2013 18:30:52


Avatar utente
giuliasuper69
Messaggi: 7080
Iscritto il: 13 mar 2013 16:07:33
Località: Palermo

Messaggioda giuliasuper69 » 18 nov 2013 18:32:19


Avatar utente
giuliasuper69
Messaggi: 7080
Iscritto il: 13 mar 2013 16:07:33
Località: Palermo

Messaggioda giuliasuper69 » 18 nov 2013 18:33:55


Avatar utente
giuliasuper69
Messaggi: 7080
Iscritto il: 13 mar 2013 16:07:33
Località: Palermo

Messaggioda giuliasuper69 » 18 nov 2013 18:35:17


Avatar utente
Moramax
Messaggi: 548
Iscritto il: 16 mar 2013 00:30:32
Località: Bari

Messaggioda Moramax » 18 nov 2013 21:24:56

Grazie Giorgio!
Ho letto questo articolo con molta attenzione ,mi è sempre piaciuto Scaglione e senza saperlo ho scoperto che alcune delle mie macchine preferite erano state disegnate da lui ...Lessi anche io una intervista che rilascio mi pare alla Manovella ...chissa quale numero era :?
Secondo me era il migliore designer italiano .. l'altro è Zagato ..Ma io ricordavo che anche per la Tz c'era di mezzo lui .Mi è dispiaciuto molto che sia finita cosi la sua vita ...alla fine fondo una sua carrozzeria la Intermeccancia che falli facendoli perdere tutto .
La cosa pazzesca e che questa intervista è del giugno 93 e su Wikipedia dicono che è morto nel giugno del 1993 :shock:

http://it.wikipedia.org/wiki/Franco_Scaglione

riguardo alla lega di alluminio che usarono per la 33 stradale mi ricordo che prima della guerra in Alfa Wilfredo Ricart costrui un prototipo alfa spettacolare sembrava un disco volante e la carrozzeria era in Elektron una lega di alluminio e magnesio

Avatar utente
Diego
Messaggi: 1321
Iscritto il: 12 mar 2013 17:27:20
Località: Su un'Alfa..

Messaggioda Diego » 18 nov 2013 21:45:38

Si Max era un raro articolo interessante de La Manovella. Concordo anche in merito al tuo giudizio su Scaglione, un genio immenso dimenticato troppo in fretta e che pagò oltremodo le spigolosità del suo carattere.
Come sempre il "buon" Bertone si prendeva i meriti, ma chi ci metteva l'estro erano i vari Gandini, Giugiaro e Scaglione. Le sole 33, Giulietta Sprint e SS lo pongono nella leggenda, spiace che lo si sia capito e ricordato tardi, ma meglio tardi che mai.

Avatar utente
Sandrino
Messaggi: 690
Iscritto il: 15 mar 2013 21:22:45

Messaggioda Sandrino » 26 ott 2014 17:28:35

La lettura, seppure tardiva, di questo articolo mi suggerisce lo spunto per riassumere quanto Maurizio Tabucchi stesso scrive nel volume “Autodelta – l’Alfa Romeo e le corse 1963/1983” relativamente alla creazione della vettura 33 Stradale; notizie tratte da un colloquio avuto con Franco Scaglione nella sua casa di Suvereto, dove da tempo si era trasferito con la famiglia, il 28 maggio 1992.
Franco Scaglione e Carlo Chiti avevano già avuto modo di collaborare nel 1963, fu infatti il Nostro a disegnare la berlinetta ATS 2500 GT realizzata poi dalla carrozzeria Allemano. Essendo evidentemente rimasto soddisfatto da quella realizzazione, era ovvio che Chiti, avuto l’incarico dal Presidente Luraghi per trarre una gran turismo (le cui prestazioni, per inciso, non dovevano essere inferiori di più del 5% rispetto a quelle del modello da competizione, pur con la sicurezza ed il confort di un’auto di serie) dalla 33 Sport prototipo, cercasse la collaborazione di Scaglione per, diciamo così, “chiudere il cerchio” e concludere il progetto.
Adattato dunque il telaio della Sport alle nuove esigenze, Chiti informò Scaglione di quanto aveva in animo di fare, giungendo ad un primo accordo verbale il 14 dicembre 1966, accordo che lo studio di progettazione di Scaglione formalizzò poi qualche giorno dopo con questa lettera:

conferma collaborazione Scaglione Chiti.jpg


Lettera a cui il 29 dicembre seguì la conferma, per approvazione, dell’Autodelta, e che prevedeva, in buona sostanza, che il prototipo della vettura sarebbe stato disegnato da Scaglione e realizzato presso l’Autodelta stessa, sotto la sua direzione e con maestranze da lui fornite.
Da parte sua, Scaglione fece quindi realizzare, una volta eseguito e fatto approvare il disegno da Luraghi, dalla ditta Rainero di Orbassano (TO), il mascherone in legno della carrozzeria; la martelleria Saracino & Lingua di Druento si occupò invece di realizzare le prime due lastrature complete, ossia i set di pannelli componenti la ‘pelle’ esterna della carrozzeria, in lamiera di alluminio 12/10, e degli stampi in ferro su cui fabbricare i cristalli. Il 3 aprile 1967 il mascherone giunge in Autodelta.
Da questa data Franco Scaglione inizia quindi il suo lavoro a Settimo, ove si reca tutti i giorni da Torino, ma qui le cose fin da subito iniziano purtroppo a prendere una brutta piega: l’Autodelta infatti, occupandosi come noto di lavorazioni ed elaborazioni di carattere squisitamente meccanico, non possedeva al suo interno un reparto di carrozzeria e men che meno le attrezzature che a questo sarebbero necessitate; inoltre, se le sue maestranze potevano essere in grado di effettuare qualche intervento sulle vetture da corsa, non erano certo in grado di realizzare dal nulla la carrozzeria di una granturismo, il livello di finizione della quale doveva risultare impeccabile. Tutto questo fece sì che i due esperti battilastra torinesi (Giannini e Pareschi) che lo stilista aveva ingaggiato, rinunciassero all’incarico, mettendo Scaglione, che ormai si era impegnato con Luraghi, in seria difficoltà.
Si dovette dunque costituire, sotto la guida di Scaglione, un nuovo gruppo di lavoro, composto dal meccanico Carlo Caffa (unico operaio Autodelta esperto nella saldatura dell’alluminio) e dai carrozzieri Carnovali e Scussat, oltre ad altri due operai specializzati, probabilmente non sempre gli stessi, distaccati a Settimo da Arese.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di Sandrino il 28 dic 2015 13:29:29, modificato 2 volte in totale.

Avatar utente
Sandrino
Messaggi: 690
Iscritto il: 15 mar 2013 21:22:45

Messaggioda Sandrino » 26 ott 2014 18:18:47

Dopo mille peripezie e con le difficoltà appena descritte, nel corso del settembre 1967 il primo prototipo è pronto, ma i gruppi meccanici mancano, essendo tutti quelli realizzati impegnati sulle 33 da corsa. Alla presentazione della vettura a Luraghi –che, scrive Scaglione, si aspettava di vederla completa, seppure al grezzo di carrozzeria- fu dunque la lungimiranza del Presidente “che seppe vedere oltre a ciò che esprimeva l’incompletezza del manichino della nuova macchina” e “seppe perdonarne l’approssimazione, evitando che tutto naufragasse nel ridicolo”.

Nel corso dell’ottobre 1967 si decide di mettere in produzione la vettura: Chiti, sia pure con il parere contrario di Scaglione, che non la ritiene l’azienda adatta, la affida alla carrozzeria Marazzi di Caronno Pertusella (VA): la Marazzi accetta, ma soltanto se il lavoro sarà diretto e supervisionato dallo stilista.
Franco Scaglione fa quindi portare il mascherone presso la sede della Marazzi e lo installa per realizzare qui il secondo e il terzo esemplare: a seguire pare fosse stato previsto di tirare 50 pezzi, ma come noto se ne fecero solo 18. Dopo aver convenientemente istruito gli operai sulla saldatura del Peraluman, la lega di alluminio, manganese e zinco della carrozzeria, Scaglione inizia a realizzare gli esemplari 2 e 3.
Mentre il lavoro sulla terza vettura è ancora in corso, Chiti informa verbalmente Scaglione (siamo al 31 marzo 1968) che la sua collaborazione con l’Autodelta è terminata, ma il designer (che da sei mesi ormai parte tutte le mattine da Torino per Caronno Pertusella e vi ritorna solo a tarda sera) non cede e termina anche il terzo esemplare, completato il 15 maggio 1968.
E’ di quella data una lettera di Franco Scaglione indirizzata a Carlo Chiti, al Presidente Luraghi ed a Orazio Satta, nella quale egli con amarezza rivendica la revisone dell’accordo economico preso con l’Autodelta un anno e mezzo prima, lamentando fra l’altro di esere stato costretto a lavorare con due soli operai e di aver dovuto, in parecchie occasioni, fare lui stesso da operaio.
Dello stesso tono è anche la lettera che Scaglione invia a Chiti il 22 maggio 1968, ove gli esprime tutta la sua insoddisfazione per la mancanza di esperienza specifica della Marazzi e delle sue maestranze, stante la quale egli dovette abbandonare ogni altra attività dato che la sua presenza alla Carrozzeria doveva essere pressochè continua. Per concludere, il designer –che come noto aveva conoscenze tecniche sull’aerodinamica incontestabili- esprime nella stessa lettera la sua amarezza riguardo la consulenza richiesta al tecnico francese Michel Tetu per lo studio aerodinamico della vettura 33 ‘Daytona’ che avrebbe corso nei mesi successivi, consulenza che avrebbe potuto fornire lui stesso, presente in Autodelta praticamente tutti i giorni, ma dalla quale fu però deliberatamente escluso. Scaglione fa inoltre notare che, se non altro, quella consulenza un risultato lo ha senz’altro ottenuto, e cioè quello di favorire la concorrenza, dato che su vetture di altra marca progettate dallo stesso tecnico si videro, poco tempo dopo, soluzioni tecniche analoghe a quelle della ‘Daytona’.
Malgrado tutto ciò, Scaglione non ottenne soddisfazione se non quella di incontrarsi nuovamente con Chiti, incontro durante il quale i due toscani –entrambi descritti di carattere focoso ed irascibile- ebbero un violento alterco verbale.
Concludo questa dissertazione segnalando che il Comune di Suvereto, luogo ove appunto Franco Scaglione ha dimorato fino alla sua scomparsa, per ricordare il suo illustre quanto per lungo tempo sconosciuto cittadino, ha provveduto qualche anno fa a porre, sull’ingresso della casa dove abitava, una lapide a ricordo:

suvereto[1].jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di Sandrino il 28 dic 2015 14:51:29, modificato 2 volte in totale.

Avatar utente
Sandrino
Messaggi: 690
Iscritto il: 15 mar 2013 21:22:45

Messaggioda Sandrino » 26 ott 2014 18:48:05

Il disegno quotato del primo prototipo, come approvato da Chiti:

Disegno quotato[rid].jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Sandrino
Messaggi: 690
Iscritto il: 15 mar 2013 21:22:45

Re: Chiti,Zeccoli,Scaglione e la 33 Stradale.AutoCapital 6/93

Messaggioda Sandrino » 04 gen 2018 15:46:47

Copia della prima pagina della lettera più sopra menzionata del 15 maggio 1968, inviata dallo studio di progettazione di Franco Scaglione alla Direzione Generale Autodelta e, per conoscenza, al Presidente Luraghi e all'ing. Satta

Lettera 15 maggio 1968 - copia pagina 1.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Sacha
Messaggi: 1578
Iscritto il: 18 mar 2013 23:23:02
Località: Whiteley, Hampshire, England
Contatta:

Re: Chiti,Zeccoli,Scaglione e la 33 Stradale.AutoCapital 6/93

Messaggioda Sacha » 05 gen 2018 02:22:54

stupenda...

S.


Torna a “Brochures e Pubblicazioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite