Raduno 2018 Umbria 22 -23-24 Giugno. LEGGERE ATTENTAMENTE LE INDICAZIONI

Gli utenti che non si presentano e a zero messaggi saranno cancellati entro 7 giorni dalla iscrizione

Veglia Borletti

Giulio84
Messaggi: 2614
Iscritto il: 15 mar 2013 20:12:15
Località: Torino

Veglia Borletti

Messaggioda Giulio84 » 01 set 2014 09:44:10

La Fratelli Borletti era un’azienda di Milano, nota per essere la proprietaria del marchio Veglia-Borletti.

Fondata da Romualdo Borletti nel 1897 per produrre orologi su licenza della Società americana Westclock e di vari marchi svizzeri e tedeschi. Fu sviluppata dai figli Aldo e Senatore Borletti che convertirono l'azienda ad una produzione militare durante la prima guerra mondiale. Alla fine del conflitto l'azienda fu riconvertita a produzioni civili nel campo della meccanica di precisione: tra i suoi prodotti vi erano oltre agli orologi, strumenti per auto (in particolare contachilometri), macchine per cucire e strumenti di misura.
Col marchio Veglia venivano identificate le linee di prodotto riguardante orologi, tachimetri e contachilometri.

L'azienda ottenne importanti riconoscimenti, tra cui un Compasso d'oro con la Macchina da cucire superautomatica modello 1102 di Marco Zanuso nel 1956. Aldo Borletti fu anche più volte nominato nella giuria del premio.

Dopo la seconda guerra mondiale la Borletti fu diretta da Senatore Borletti jr figlio di Aldo e dalla sua morte prematura nel 1974 dal Fratello Ferdinando. Sotto la loro direzione l'azienda si sviluppò fortemente diventando una delle imprese leader nella componentistica auto. La Borletti sviluppò la propria attività anche all'estero ed in particolare in Francia, in Argentina ed in Canada.

Nel dopoguerra, a seguito di un riassetto azionario famigliare, entrò Fiat nel capitale. Nel 1985 Ferdinando Borletti decise di ritirarsi dalla guida operativa della società e cedette la partecipazione della famiglia alla Fiat, che la assorbì completamente, incorporandola nella Magneti Marelli; nello stesso anno il settore "Strumenti di misura e controllo per la meccanica" viene ceduto alla LTF SpA www.ltf.it .

L'azienda è stata attiva anche nel campo sportivo, tramite il suo dopolavoro. Nel 1930 i dirigenti della fabbrica formarono una squadra di impiegati, la Dopolavoro Borletti, che nel 1931 prese parte alla Coppa Motta di pallacanestro e in seguito partecipò con buoni risultati alla prima divisione.

La squadra, di proprietà dell'azienda fino al 1947, in seguito sarebbe diventata attraverso la fusione con la Triestina Milano l'attuale Olimpia Milano (di cui la Borletti fu il primo sponsor).

La famiglia Borletti fu una delle famiglie più rilevanti del capoluogo lombardo, attiva nel mecenatismo e proprietaria di una grande villa in via San Vittore 40: la villa, costruita nel 1936 e coprogettata da Gio Ponti, è considerata uno degli edifici storici dell'architettura moderna in città, nonostante versi in stato di cattiva conservazione.

La famiglia è stata tra i fondatori de La Rinascente, dell'Upim e della Standa. Dal 1917 ai primi anni settanta la famiglia fu anche proprietaria dei primi due.



[ img ]
1926- Gruppo di orologiai inglesi in visita allo stabilimento Borletti in via Washington
Ultima modifica di Giulio84 il 01 set 2014 09:45:35, modificato 1 volta in totale.

Giulio84
Messaggi: 2614
Iscritto il: 15 mar 2013 20:12:15
Località: Torino

Messaggioda Giulio84 » 01 set 2014 09:45:03

Zona La Maddalena - Ex fabbrica Borletti cade ancora a pezzi
Da motore dello sviluppo economico del capoluogo meneghino nel secondo dopoguerra, ad esempio di degrado e abbandono del tessuto urbano di oggi. L'ex fabbrica Borletti di via Costanza, un tempo fiore allocchiello della meccanica di precisione dell'industria milanese infatti è un rudere oramai da anni in una zona semi-centrale di Milano.

Si tratta solo di ua parte del vecchio stabilimento, visto che gli altri, tra via Washington e dintorni, sono già diventati un hotel, un grande magazzino e uffici. L'ex Borletti è nascosta nell'isolato dietro, tra le vie Costanza e Gessi e piazza Irnerio. Tre piani in stile liberty, finestroni, lucchetti ai portoni e recinzioni in filo spinato. Un peccato che versi ancora in questo stato dopo così tanto tempo. Nel frattempo son comparse anche delle transenne per crolli di calcinacci.

fonte: http://urbanfilemilano.blogspot.it/2014/09/zona-la-maddalena-ex-fabbrica-borletti.html


[ img ]

Giulio84
Messaggi: 2614
Iscritto il: 15 mar 2013 20:12:15
Località: Torino

Messaggioda Giulio84 » 01 set 2014 09:46:21


Giulio84
Messaggi: 2614
Iscritto il: 15 mar 2013 20:12:15
Località: Torino

Messaggioda Giulio84 » 01 set 2014 09:46:43


Giulio84
Messaggi: 2614
Iscritto il: 15 mar 2013 20:12:15
Località: Torino

Messaggioda Giulio84 » 01 set 2014 09:47:02


Avatar utente
rossogamba
Messaggi: 4793
Iscritto il: 13 mar 2013 16:32:25
Località: TREVISO
Contatta:

Messaggioda rossogamba » 01 set 2014 09:55:02

Molto interessante Giulio, grazie.
Oltre che nel campo degli strumenti per auto, negli anni 70 la Borletti aveva diversificato la sua produzione anche nel campo dei condizionatori per auto (solo aftermarket se non ricordo male).

Giulio84
Messaggi: 2614
Iscritto il: 15 mar 2013 20:12:15
Località: Torino

Messaggioda Giulio84 » 01 set 2014 10:01:14

si si,

[ img ]
Ultima modifica di Giulio84 il 02 mag 2015 14:03:10, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Sandrino
Messaggi: 708
Iscritto il: 15 mar 2013 21:22:45

Re: Veglia Borletti

Messaggioda Sandrino » 29 apr 2015 18:59:55

A scuola nell'officina di aggiustaggio i comparatori ed i calibri a corsoio erano tutti di marca Borletti.

Avatar utente
Andrea78
Messaggi: 1721
Iscritto il: 15 mar 2013 19:03:08
Località: Udine

Re: Veglia Borletti

Messaggioda Andrea78 » 29 apr 2015 19:41:13

Questo post me lo ero perso.... molto interessante!!!


Torna a “NON SOLO ALFISMO”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite